Cercò di rapinare una prostituta nigeriana.

Il processo

Verrà processato per tentata rapina e lesioni aggravate in concorso con un complice per il quale si procede separatamente, Nicolae L., 36 anni, di Biella, origini rumene, accusato d’aver aggredito una prostituta nigeriana di 23 anni per poi cercare di derubarle i dieci euro che le aveva appena dato a titolo di compenso per delle prestazioni sessuali.

Si erano appartati

I fatti risalgono al 3 marzo di tre anni fa e sono avvenuti a Biella. Stando al capo d’accusa, l’imputato (difeso dall’avvocato Francesco Alosi) e il complice si sarebbero appartati con due ragazze nigeriane per consumare un rapporto sessuale. L’uomo avrebbe quindi aggredito verbalmente le due donne per poi inseguirle con il complice e cercare di recuperare i dieci euro che la lucciola nigeriana aveva infilato nella tasca del giubbotto.

Presa per il collo

Per farlo avrebbe afferrato per il collo la ragazza provocandole delle lesioni poi giudicate guaribili in una manciata di giorni. Il mini-colpo non era riuscito perché in quel momento erano intervenuti i carabinieri di Biella.