Aveva in tasca una micidiale ‘card sharp’ (la ‘carta tagliente’) considerata arma.

Fermato a Chiavazza

Un giovane di 26 anni che abita a Biella (del quale sono state fornite le iniziali F.G.), è stato fermato ieri mattina dall’equipaggio di una volante della polizia in piazza XXV Aprile a Chiavazza. Il controllo è scaturito in seguito ad un atteggiamento quantomeno sospetto da parte del giovane. L’intuito dei poliziotti si è rivelato corretto poiché il controllato aveva nel portafoglio un coltello-card con lama di otto centimetri.

Cos’è

Simile a una carta di credito, in Italia è considerata un’arma: quando la card viene aperta spunta la micidiale lama. Il giovane fermato per il controllo, ai poliziotti avrebbe detto di aver acquistato l’aggeggio, denominato anche ‘Card Sharp’, letteralmente ‘carta tagliente’, su un sito on line a pochi euro. In effetti, la piccola ma micidiale arma, si trova con facilità anche su Amazon. “Lo tenevo in tasca per difesa personale… di questi tempi”, avrebbe aggiunto il giovane. Il coltello card è un’arma scomponibile che ha avuto il suo boom tra le baby gang dei sobborghi di Londra e di altre capitali europee. Ora è arrivato in Italia E’ un oggetto di design concepito da un’azienda britannica: una volta ricomposto dall’esterno appare una carta di credito. Si può acquistare a 15 euro.

Leggi anche:  Allarme per la schiuma nel torrente Oremo

Sempre più spesso

A detta dei poliziotti il coltello card compare sempre più spesso nei portafogli o negli zainetti dei ragazzi. “Alcuni – viene spiegato – lo acquistano solo per darsi un tono da “duri”, altri “per avere un’arma”.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE