A Donato chi dice donna dice… sindaco.

Donna sindaco in paese

Chi dice donna dice… sindaco. Almeno a Donato, dove a correre per la carica sono l’attuale primo cittadino, Desirée Duoccio (prima foto in basso), Beatrice Bongiovanni (foto in alto) e Chiara Doleatti (seconda foto in basso). Tre donne che, in un paese di poco più di 700 anime, interrompono un ciclo che nelle ultime tornate elettorali ha registrato la candidatura di una sola lista. «E’ una situazione mai vista prima», conferma Chiara Doleatti, prima donna sindaco eletta a Donato, nel 2004.

I motivi

E se il sindaco uscente non sa spiegarsi il motivo di una corsa tutta rosa, e l’ex sindaco ritiene che quanto sta accadendo sia «forse il segno dei tempi, forse una casualità», Beatrice Bongiovanni non ha dubbi: «Sono già alcuni anni – afferma – che il trend delle candidate donne per le elezioni in tutto il mondo è in crescita. Le donne sono più pratiche, determinate e pazienti degli uomini, sanno mediare e hanno la capacità di avere visioni multitasking. In media sono anche più qualificate, hanno più coraggio e, generalmente, hanno un cuore che mettono nelle cose per le quali si battono. Inoltre, con il passare degli anni e con un numero sempre maggiore di donne in politica, anche i pregiudizi si sono affievoliti. Anzi, credo che, alla fine, proprio questi pregiudizi sugli stereotipi di genere abbiano giocato, e giocheranno, a favore delle donne».

Leggi anche:  Paura al Piazzo, si stacca una porzione di cornicione

Lara Bertolazzi

Le interviste complete in edicola oggi su Eco di Biella.

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

CLICCA SULLA PAGINA FACEBOOK DI ECO