Novi ko, Teamvolley a un passo dalla finale per la B2. Fotogallery di Corrado Sartini.

Bonprix Teamvolley verso finale per la B2

É serata di festa in casa del Bonprix Teamvolley. Le biancoblu di coach Simone Marangio, infatti, con un 3-1 molto più netto di quanto dica i risultato finale, superano a Lessona il Novi nella seconda giornata dei playoff di serie C portandosi nettamente al comando della classifica. Ma buone notizie sono giunte anche da Almese, dove le padrone di casa sono riuscite a battere Lasalliano solo al quinto set, eliminandosi di fatto dalla corsa per la vittoria del girone (a quota 2 punti il Teamvolley è ormai matematicamente irraggiungibile). Uniche avversarie rimaste alle biellesi per l’accesso alla seconda finale per la B2 sono ormai solamente proprio le Alessandrine di Novi, che però dovrebbero compiere una vera impresa, e sperare in un suicidio delle biancoblu che sabato giocheranno contro un Almese ormai eliminata, per riuscire ad agganciare la vetta e qualificarsi alla fase successiva.

Silvestrini rompe gli equilibri

La cronaca. L’inizio gara è poco entusiasmante, con il Teamvollley che si mantiene avanti sfruttando i tanti errori delle avversarie (9-6) pur senza brillare particolarmente. Novi si mantiene in linea di galleggiamento grazie a un paio di tocchi del nastro fortunati (12-10)  e poi sfrutta un paio di indecisioni delle biancoblu per riportarsi in parità a uova 13. Un ace di Bojanic riporta a due lunghezze il vantaggio del Teamvolley, incrementato ancora dall’attacco di Silvestrini (20-17). La reazione di Novi è immediata e con due ace consecutivi riporta il punteggio in parità (20-20, time out Marangio).  Un errore su un’alzata in emergenza di Margherita Gualinetti consegna a Novi un set ball sul 23-24, che Letizia Gualinetti annulla subito con un bell’attacco. Ci pensa poi Silvestrini a mettere giù i due punti che portano il set sul 26-24 consegnandolo alle biancoblu.

Secondo set più facile per la bonprix

L’inizio del secondo set è equilibrato, con le biellesi che vanno in vantaggio (6-4), poi si fanno sorpassare (6-8) e prima di tornare nuovamente pari (8-8). Lo strappo decisivo arriva a metà set, aiutato anche da un paio di errori delle ospiti; un primo tempo di Zacchi e un punto di Gualinetti portano le squadre sul 16-11 per le biellesi, che allungano ancora grazie a un errore incredibile del libero (che tenta di sorprendere le biellesi mandando la palla al di là della rete con un primo tocco mancando però di un metro il campo) e a un ace di Gualinetti (time out Novi). Le alessandrine non rientrano più in campo dal time out: un errore in attacco di Fracchia chiude il set sul 25-16.

Nel terzo reazione di Novi

Sotto di due set, Novi prova a imbastire una reazione nella terza frazione, che inizia con le alessandrine avanti di 5-8  e poi 6-11 (time out per coach Simone Marangio). Questa volta sono le biancoblu che faticano a ritrovare il ritmo gara, costringendo coach Marangio a usare il suo secondo time out sul 7-13. Le biancoblu commettono troppi errori nei momenti caldi della gara e non riescono a colmare il divario apertosi tra le squadre neanche con gli ingressi di Civra Dano e Daffara in battuta (11-16, poi 14-21). L’impeto delle alessandrine, però, si blocca sul più bello e le biellesi ne approfittano immediatamente riacciuffando un set che sembrava ormai nel congelatore (20-22). Un sanguinoso errore in battuta di Margherita Gualinetti consegna tre palle set a Novi (21-24) che le ospiti chiudono alla prima occasione chiudendo sul 21-25.

Leggi anche:  Virtus Biella, sulla strada della B1 c'è l'Almenno

Bonprix chiude con un clamoroso 19-0

Nel quarto set è ancora Novi a partire bene, sfruttando gli errori biellesi per scappare sul 0-4. Dopo il time out obbligatorio di coach Marangio, però, le biellesi ritrovano il ritmo giusto; sul 6-7 in battuta si presenta Silvestrini, che non chiuderà mai il suo turno in battuta. Il Teamvolley, infatti, piazza un parziale mostruoso di 10 a 0 che manda in bambola le alessandrine; a nulla serve a coach Astori cercare di fermare il gioco con un time out (16-7). La pausa non ferma le biellesi, in piena trans agonistica, mentre ormai Novi è fuori dal campo mentalmente: tre ace consecutivi di Silvestrini chiudono il parziale di 19-0 che porta alla fine della gara.

Marangio: «Un match molto positivo»

Il dopogara. «Tutto il match è stato molto positivo – racconta al termine coach Simone Marangio – l’unico momento di difficoltà nel terzo set è dovuto al fatto che loro sono state più aggressive mentre noi siamo calate in battuta. Per il resto abbiamo preparato bene la gara e le ragazze l’hanno interpretata alla perfezione, dimostrando anche nel finale di terzo set di crederci fino alla fine mettendo in campo le cose che avevamo preparato durante la settimana. Ora andremo ad Almese più consapevoli, mi aspetto una partita difficile contro una squadra che sa come difendere e come gestire le gare come questa». Molto contenta è anche Lisa Silvestrini, autrice del turno in battuta che ha chiuso il quarto set: «Sono andata in servizio pensando: “Questa la tiro più forte che posso” perchè volevo essere utile alla squadra e sapevo quanto un buon turno ci servisse in quel momento. Quando ho visto che il turno stava andando bene ho continuato a concentrarmi sulle nuove entrate, anche se non mi aspettavo tutti questi ace». Sul terzo set questo è il commento della banda biancoblu: «Noi siamo calate in concentrazione e in campo avevamo delle facce che non erano le nostre; loro, invece, sono state brave a crescere a muro e difesa, fortunatamente ci siamo riprese e abbiamo portato a casa il quarto set. Ora sabato sarà una gara importante, ma vogliamo raggiungere l’obbiettivo».

Mattia Pesce