La Juventus B potrebbe giocare la Serie C allo stadio Pozzo. Una concreta quanto suggestiva ipotesi potrebbe dare un inatteso impulso al movimento del calcio biellese. Dopo il bagno di folla di marzo per l’amichevole dell’Italia U18 con l’Olanda, in occasione del programma collaterale della mostra #calciodeicampioni, ora si sogna ancora calcio vero da ammirare con continuità, in attesa che i progetti dell’Asd La Biellese si concretizzino nel futuro prossimo.

La Juventus B potrebbe giocare allo stadio Pozzo

La tremenda delusione sportiva del 2009, quando la dominante Biellese di mister Luca Prina illuse gli appassionati biellesi di poter respirare di nuovo l’aria frizzante della Lega Pro, dopo un campionato stravinto ma poi vanificato dall’implosione societaria, potrebbe improvvisamente trovare giustizia grazie alla rivoluzione appena introdotta dalla Figc con l’istituzione delle seconde squadre dei Club di Serie A.

La riforma della Figc

Si parte subito. Dalla prossima stagione, gradualmente e, in partenza, solo se ci saranno delle mancate iscrizioni al campionato delle aventi diritto, nel torneo di Serie C verranno inserite queste squadre dove far crescere i giovani promettenti in ottica prima squadra. Non saranno squadre fuori classifica, ma potranno ambire alla promozione in B e dovranno evitare la retrocessione in D.

«È una riforma di cui il calcio italiano sentiva l’esigenza per allinearci e per provare a colmare il gap con gli altri movimenti calcistici europei – afferma il vice commissario FIGC Alessandro Costacurta – perché consentirà a tanti giovani calciatori di maturare e far crescere la qualità dei nostri campionati e delle Nazionali azzurre, a partire dall’Under 21».

La Juventus pensa ad Alessandria e Biella

La Juventus è uno dei Club che più ha perorato l’introduzione delle squadre B e ora che ne è stata certificata l’ufficialità sta pianificando l’allestimento del nuovo gruppo.
Ovvio che trovare un campo dove giocare le partite casalinghe sia una delle priorità e l’indiscrezione data dal quotidiano Tuttosport (e che ha trovato conferme dirette, ndr), indica in Alessandria e Biella le sedi alle quali i dirigenti bianconeri sarebbero interessati. La Juventus Primavera ha già giocato delle gare di Youth League ad Alessandria, che sarebbe in realtà la sede preferita, senonchè la presenza di una squadra di Serie C, che mira alla Serie B, potrebbe rivelarsi una complicazione non da poco da gestire, più che da superare tecnicamente, anche a livello di eventuale sostegno del pubblico.

Leggi anche:  Ponderano, oggi il Memorial Pozzo

Un’occasione per la città

A Biella, invece, il calcio di livello manca e la Juventus B potrebbe avere un proprio seguito di appassionati locali (non per forza juventini), magari favorendo indirettamente anche gli sforzi dei dirigenti de La Biellese per ritornare più in alto dell’Eccellenza. Ritrovarsi improvvisamente un campionato di Serie C in casa, sarebbe un bel colpo di fortuna anche per il Comune di Biella che vedrebbe impennarsi la percentuale di utilizzo dello stadio Vittorio Pozzo. Certo all’asse milanista formata dal sindaco Cavicchioli e dall’assessore Leone, per una volta, toccherebbe tifare bianconero, considerato che anche le squadre in trasferta contro la Juventus B porterebbero un loro seguito costante. Facile ipotizzare uno stadio addirittura pieno per le sfide con Alessandria e Pro Vercelli, appena retrocessa. Ora non resta che attendere gli sviluppi che tra l’altro vedono la Serie B sul piede di guerra per questa novità non gradita.
Gabriele Pinna