Il Città di Cossato ha vinto il campionato di Prima Categoria ed è ritornat0, dopo solo un anno, in Promozione. Il Ponderano, secondo al termine di un’ottima stagione, disputerà i playoff promozione.

Il Città di Cossato festeggia la Promozione

La cavalcata trionfale degli azzurri, fenomenale nel girone di ritorno con un ruolino di 14 vittorie e il pareggio di Andorno, si è conclusa ieri pomeriggio con il successo netto, più di quanto dica il 3 a 2, su un buon Romagnano Sesia: ai cossatesi serviva anche un punto, ma per non sbagliare e non farsi cogliere da ogni tipo di affanno, hanno subito indirizzato la gara sulla strada dei tre punti, andando avanti di due gol già al quarto d’ora.
Enorme la soddisfazione di giocatori e dirigenti, a fine gara, per un’impresa che il Ponderano, autore di un grande torneo, ha cercato di contrastare fino all’ultimo secondo.

Bracco: «Vogliamo vincere ancora»

Nelle entusiastiche parole del presidente Massimiliano Bracco si ritrova lo spirito della festa, importante tappa per lo sviluppo e la crescita della società: «Soddisfazione enorme, per me, per i giocatori e per tutto lo staff. E’ stato un campionato lungo, con una rincorsa strepitosa a causa di un avvio di stagione non bello. Siamo sempre stati convinti di poterla spuntare perché questo è un grande gruppo e in questa definizione ci metto veramente tutti, a partire da Davide Ariezzo, il nostro allenatore che vince campionati da quattro anni consecutivi. Non ce lo siamo fatti scappare – aggiunge il presidente del Cossato -, lo abbiamo già confermato per la prossima stagione E non solo lui, quasi tutto il blocco di questa squadra verrà con noi in Promozione perché siamo convinti che possano fare un grande torneo anche nella categoria superiore. Dovremo inserire un paio di pedine, mirate e cal colate, per fare un campionato di vertice. Proveremo a vincere anche il prossimo anno!».

Ariezzo assente giustificato

Assente l’allenatore Davide Ariezzo per malattia, la voce dello spogliatoio, festante e “spiritoso” al punto giusto, è del capitano Matteo Antoniotti, in libera uscita ad uso stampa: «Vittoria voluta da tutto il gruppo, conquistata con grande sofferenza fino all’ultimo secondo. Quando ci siamo ritrovati alla fine della pausa invernale abbiamo chiesto a noi stessi un grande girone di ritorno perché sapevamo che solo vincendo tutte le partite avremmo potuto cogliere il successo finale. E’ stata una fatica enorme, ma eccoci qui a festeggiare».

Leggi anche:  IronBiella Triathlon, storico accordo tra società per crescere i giovani

Cossato tiene sotto controllo la gara

La partita. Il Cossato parte deciso e coglie il vantaggio al 11’ con Chieppa su calcio di punizione. Raddoppio al 15’ con un autogol di Landi sul cross da sinistra di Ramella. Il mai domo Romagnano tenta di tener viva la contesa con il gol di Denicola (25’), ma al 23’ della ripresa è Ravetto ha mettere il timbro definitivo. La rete al 45’ di Papa , ex di molte squadre biellesi, fissa il punteggio sul 3 a 2. Poi la festa.
Giuseppe Pesce

Il tabellino

Città di Cossato 3
Romagnano 2
Città di Cossato (4-4-2): Lancini 6; Adamo 6, Celussi 6.5, Antoniotti 6.5, Ramella 6; Quaglio 6.5 (31’ st Gario s.v.), Ravetto 7, Curatolo 6, Rocco 6.5 (43’ st Lanza s.v.); Chieppa 6.5, Gennaro 6 (40’ st Abbuzzo s.v.). A disposizione Bruscagin, Ferron, Fasson, Bouksim. Allenatore Ariezzo (assente per malattia).
Romagnano (4-4-2): Campanello 5.5; Allegrini 5, Gibin 5.5 (32’ st Ponzetto s.v.) , Raffaelli 6, Landi 6 (28’ st Antonietti s.v.); Malinverni 6 (12’ st Fortugno s.v.), Stroppolo 6 (9’ st Marangoni 6), Denicola 6.5, Corvino 5 (19’ st Agarla s.v.); Papa 6.5, El Khiyati 6. A disposizione Peracini, Depaulis. Allenatore Cometti.
Marcatori: 11’ Chieppa, 15’ Landi (aut.), 25’ De Nicola, 23’ st Ravetto, 45’ st Papa.
Arbitro: Ballone di Torino 7.
Note: ammoniti Ramella e Denicola. Calci d’angolo 3-5, recupero 1+6. Spettatori 200.