Archiviata la parentesi della Coppa Italia, l’Eurotrend Biella si rituffa in campionato e lo fa in trasferta contro un avversario di tutto rispetto che sta attraversando un ottimo periodo di forma (8 vittorie nelle ultime 10 partite): la Viola Reggio Calabria.

Eurotrend Biella in Calabria

Non sarà una partita facile per l’Eurotrend Biella anche perché il campo della Viola è storicamente molto caldo e ostico da espugnare. Sarà importante per i ragazzi di coach Michele Carrea rientrare in Piemonte con i due punti, che contro una diretta rivale per la griglia Playoff valgono doppio.

All’andata al Forum l’incontro terminò con la vittoria biellese e uno scarto di appena due lunghezze (82-80). Appuntamento domenica alle ore 17.00 per la palla a due.

I roster delle squadre

Metextra Reggio Calabria: 2 Andrew Joseph Pacher, 4 Celis Taflaj, 9 Lorenzo Caroti, 10 Agustin Fabi, 11 Patrick Baldassarre, 12 Riccardo Rossato, 18 Allen Agbogan, 20 Lorenzo Benvenuti, 21 Rocco Marino, 23 Chris Roberts. Coach: Marco Calvani.

Eurotrend Biella: 3 Jazzmarr Ferguson, 12 Albano Chiarastella, 15 Timothy Bowers, 16 Lorenzo Uglietti, 17 Andrea Ambrosetti, 18 Luca Pollone, 20 Matteo Pollone, 24 Carl Wheatle, 27 Luca Rattalino, 32 Amedeo Tessitori, 33 Giorgio Sgobba. Coach: Michele Carrea.

Arbitri: Nicola Beneduce di Caserta (CE),  Luca Bonfante di Lonigo (VI) e Agostino Chersicla di Oggiono (LC).

Leggi anche:  L'addio di Ferguson: «Biella esperienza incredibile» FOTO

Parola a coach Carrea: “Partita difficile”

Il tecnico rossoblù Michele Carrea analizza la sfida in arrivo:

 «Oltre ai due americani Pacher e Roberts, giocatori di grande livello e continuità, la Viola ha a disposizione un roster profondo e in questo momento sta proponendo un buon basket, con una certa solidità difensiva. Dopo aver speso fatiche in Coppa Italia è sempre difficile capire gli effetti in campo alla ripresa del campionato. Noi ad esempio, l’anno scorso contro Legnano, dopo le energie di Bologna patimmo per buona parte dell’incontro… Reggio Calabria ha avuto più tempo per riposare ma questo potrebbe rivelarsi anche un fattore negativo. Sarà una partita difficile in un palazzetto storicamente duro da affrontare per tutti. Vorrei spendere due parole su Riccardo Rossato, che conosco molto bene perché l’ho visto crescere a Casalpusterlengo: sono molto contento che abbia trovato questa dimensione, da protagonista, nel campionato di Serie A2. Ci è riuscito grazie al suo grande desiderio nel volersi migliorare».