BIELLA – Si sfoglia al contrario, e sono prossime le sue ultime prime pagine, l’ideale libro che rappresenta la 16esima edizione del “Premio Biella Letteratura e Industria”, che oggi, sabato 18 novembre, decreterà ufficialmente il suo vincitore e gli insigniti dei riconoscimenti collaterali. 
L’anticipazione della classifica 2017, per la verità, è già arrivata. La ripetiamo: ad aggiudicarsi il “Premio Biella Letteratura e Industria” è Romolo Bugaro, autore de “Effetto Domino” (Einaudi, 2015).  A Marco Buticchi, con “Casa di Mare” (Longanesi, 2016), è andata la prima edizione del “Premio Confindustria Piemonte”. 
Gian Mario Villalta ha convinto i lettori con la sua “Scuola di Felicità” (Mondadori, 2016). 
Il “Premio Speciale della Giuria”, invece, è andato a Felice Mortillaro in suo ricordo: apprezzato il romanzo, pubblicato postumo, “L’ingegnere d’anime” (Edizioni Olivares, 2015).
Questi, in sintesi, i titoli che saranno consegnati durante la cerimonia e serata di gala di oggi, a partire dalle 17, nell’Auditorium di Città Studi, a Biella. Per l’occasione, Paolo Piana, presidente del “Premio Biella Letteratura e Industria”, modererà il dibattito  intitolato “Il valore della sconfitta”, a cui parteciperanno Romolo Bugaro, il giornalista e life coach Mario Furlan e l’ex allenatore della squadra nazionale di scii alpino Claudio Ravetto. Seguirà la serata di gala in onore dei vincitori, con il concerto dell’Accademia “Perosi” del Piazzo, che proporrà musiche di Dmitrii Shostakovich, e la cena a Palazzo Gromo Losa.
Giovanna Boglietti

BIELLA – Si sfoglia al contrario, e sono prossime le sue ultime prime pagine, l’ideale libro che rappresenta la 16esima edizione del “Premio Biella Letteratura e Industria”, che oggi, sabato 18 novembre, decreterà ufficialmente il suo vincitore e gli insigniti dei riconoscimenti collaterali. 
L’anticipazione della classifica 2017, per la verità, è già arrivata. La ripetiamo: ad aggiudicarsi il “Premio Biella Letteratura e Industria” è Romolo Bugaro, autore de “Effetto Domino” (Einaudi, 2015).  A Marco Buticchi, con “Casa di Mare” (Longanesi, 2016), è andata la prima edizione del “Premio Confindustria Piemonte”. 
Gian Mario Villalta ha convinto i lettori con la sua “Scuola di Felicità” (Mondadori, 2016). 
Il “Premio Speciale della Giuria”, invece, è andato a Felice Mortillaro in suo ricordo: apprezzato il romanzo, pubblicato postumo, “L’ingegnere d’anime” (Edizioni Olivares, 2015).
Questi, in sintesi, i titoli che saranno consegnati durante la cerimonia e serata di gala di oggi, a partire dalle 17, nell’Auditorium di Città Studi, a Biella. Per l’occasione, Paolo Piana, presidente del “Premio Biella Letteratura e Industria”, modererà il dibattito  intitolato “Il valore della sconfitta”, a cui parteciperanno Romolo Bugaro, il giornalista e life coach Mario Furlan e l’ex allenatore della squadra nazionale di scii alpino Claudio Ravetto. Seguirà la serata di gala in onore dei vincitori, con il concerto dell’Accademia “Perosi” del Piazzo, che proporrà musiche di Dmitrii Shostakovich, e la cena a Palazzo Gromo Losa.
Giovanna Boglietti