L’Ordine degli Architetti della Provincia di Biella ha aderito alla seconda edizione di “Open! Studi Aperti”, manifestazione di rilevanza nazionale organizzata dal Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori che vedrà coinvolti gli studi professionali attraverso l’organizzazione di eventi, performance, dibattiti e presentazioni. Sono più di 700 gli studi di architettura di 82 province italiane (gli architetti italiani sono circa 155 mila di cui oltre 67 mila sono donne) che il 18 e il 19 maggio prossimi apriranno al pubblico, in contemporanea, “per far conoscere ai cittadini – spiega la presidente dell’Ordine biellese Gelsomina Passadore –  il mondo dell’architettura durante un evento che rappresenta per gli architetti un’imperdibile occasione per mostrare in che modo l’architetto incide positivamente, con il proprio operato, nella qualità della vita di ciascuno di noi, mentre per i cittadini questa iniziativa rappresenta l’occasione per toccare con mano come nasce un progetto di architettura e in che modo l’architetto interviene nelle trasformazioni e nel miglioramento di spazi e di territori”.

Leggi anche:  Candelo in fiore bonsai, economia cinese e cerimonia del te

Architetti biellesi nello spazio 015 di via Italia

Per l’edizione di quest’anno l’Ordine degli architetti della Provincia di Biella avrà a disposizione gli spazi di via Italia 27 gentilmente concessi dall’Associazione 015, che venerdì e sabato dalle 17 alle 20, si animeranno per dare vita agli eventi organizzati sia dall’Ordine che dagli architetti che esporranno al loro interno. Anche studi di architettura della Provincia di Biella, durante i due giorni di manifestazione, terranno le porte aperte al pubblico per  mostrare le tante sfaccettature di questa antica e avveniristica professione. Per avere l’elenco degli studi aperti (Eleonora Battaglia, Tiziana Monterisi, Rachele Pavesi e Silvia Maroino) e degli eventi in programma: http://studiaperti.com/category/biella/