Candelo in fiore fa il pieno nonostante le piogge: tanti i gruppi in visita giunti al Ricetto in questi giorni accolti da alberi dalle forme bizzarre, macchie di azalee, quinte di bamboo, laghetti e giochi d’acqua, rocce e sentieri sinuosi. Tra i paesaggi in miniatura allestiti dai floricoltori biellesi, è una caccia al tesoro per scoprire, tra le cantine, le mostre e gli eventi della rassegna ‘‘Sulle vie dell’Oriente’, dedicata alla cultura tradizionale cinese in occasione dell’anno del Turismo Europa-Cina. La kermesse si chiuderà domenica ma, in questi ultimi giorni, ci sono ancora occasioni per scoprire altri aspetti interessanti di questo lontano paese.

Candelo in fiore: già 17 mila i visitatori

Finora i visitatori accertati con tanto di biglietto a 7,5  euro (10 euro cumulativo con il festival di mostre a Biella Selvatica) sono stati circa 17mila. E il programma riprende con un evento economico, domani,  sabato alle 10 al Centro Le rosminiane, sul tema cruciale dei rapporti economici: ‘La Cina nell’economia globale: opportunità di business per il made in Italy’ con la Fondazione Italia-Cina. Alle 15.30 ci sarà invece l’occasione di conoscere Shi Yang Shi, autore del libro’ Cuore di Seta’, che racconta la storia, amara e divertente, di un giovane nato da una famiglia cinese benestante e cresciuto a Milano, in bilico tra le sue radici orientali e i suoi sogni occidentali. E anche, nello stesso orario, di sperimentare la disciplina del Tai chi con un seminario condotto dal Maestro Chang Yu Shin.

Leggi anche:  Il Salone del Libro parla un po' "bieleis"

Candelo in fiore, gran finale con la cultura del tè

Gran finale. E domenica Candelo in fiore si chiuderà con una full immersion nella tradizione della Cina: una serie di laboratori dedicati alle affascinanti tecniche della calligrafia, della pittura, della carta ritagliata e, per finire, della cerimonia del tè Gong Fu Cha alle ore 12,15 e alle 17 ad ingresso libero, tutti condotti da docenti dell’Istituto Confucio dell’Università di Torino.