Ucciso dai terroristi, domani mattina alle ore 10,30 a Mongrando verrà ricordato Rinaldo Antonino. La guardia giurata aveva 32 anni, una moglie e una figlia di 3. Faceva il vigilantes, e un giorno dei primi di maggio del 1981 fu assassinato da un commando dei Pac, prolateri armati per il comunismo, affiliato a Prima linea, sotto i portici della Banca Sella di Mongrando. I terroristi dovevano rapinarla per autofinanziarsi. Un uomo e una donna avvicinarono Rinaldo, per bloccarlo. Al processo dissero che non volevano ucciderlo. Ma con un colpo di pistola alla testa lo freddarono senza tante cerimonie. Nei tardi Anni 80 furono condannati in cinque, fra cui anche un biellese, l’unico del commando.

Rinaldo Antonino

Ucciso dai terroristi, verrà inaugurata una targa

Il vigilantes ucciso dai terroristi, domani, lunedì, alle 10,30, 37 anni dopo i fatti, sarà ricordato a Mongrando per iniziativa del suo sindaco di matrice comunista, Tony Filoni. Una manifestazione semplice proprio nel luogo dell’uccisione. Ci saranno alcuni giornalisti che all’epoca dei fatti seguirono la vicenda a raccontare quei giorni. Sono state invitate la moglie e la figlia di Antonino, vittima innocente di una stagione di lucida follia. Verrà inaugurata anche una targa. Il tutto due giorni prima della ricorrenza del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro a Roma proprio 40 anni fa e della giornata dedicata alle vittime del terrorismo.