Qualche giorno fa aveva cercato di dribblare le casse del Self di Vigliano con una confezione di batterie mini stilo del valore di una manciata di euro ma alla fine era stato perdonato. Non ancora soddisfatto, Matteo F., 30 anni, di Biella, l’altro giorno è tornato all’attacco e ha cercato di andarsene senza pagare utensili da lavoro di vario genere per un valore complessivo di 180 euro che aveva nascosto in tutte le tasche di pantaloni e giaccone con l’intenzione di farla franca. Anche in questo caso è stato però fermato. Solo che stavolta non è stato perdonato. Il responsabile del centro vendita ha chiesto l’intervento dei carabinieri che hanno denunciato l’uomo per il reato di furto aggravato.

Qualche giorno fa aveva cercato di dribblare le casse del Self di Vigliano con una confezione di batterie mini stilo del valore di una manciata di euro ma alla fine era stato perdonato. Non ancora soddisfatto, Matteo F., 30 anni, di Biella, l’altro giorno è tornato all’attacco e ha cercato di andarsene senza pagare utensili da lavoro di vario genere per un valore complessivo di 180 euro che aveva nascosto in tutte le tasche di pantaloni e giaccone con l’intenzione di farla franca. Anche in questo caso è stato però fermato. Solo che stavolta non è stato perdonato. Il responsabile del centro vendita ha chiesto l’intervento dei carabinieri che hanno denunciato l’uomo per il reato di furto aggravato.