Lite con coltello al centro profughi

Lite con coltello

E’ successo ieri al centro profughi “Maria Cecilia” di Valle Mosso. A litigare sono stati due richiedenti asilo, entrambi originari del Ghana.

I due contendenti

La discussione è nata tra un giovane di 21 anni e uno di 30. All’origine dell’alterco di sarebbero futili motivi, legati a una convivenza difficile. Entrambi sono stati denunciati. Dovranno rispondere delle accuse di violenza privata e minaccia aggravata.

Litigio degenerato

Il litigio è degenerato quando uno dei due ha preso un coltello da cucina. I due si sono procurati reciprocamente piccoli tagli alle braccia. Durante la lite il più anziano ha anche riportato una ferita lacero contusa alla testa.

L’allarme

Scattato l’allarme, lanciato dal mediatore della struttura, sono intervenuti i soccorsi. I volontari del servizio 118, una volta arrivati alla casa d’accoglienza “Maria Cecilia” hanno medicato i due migranti rimasti feriti. Le prognosi sono comunque di lieve entità: entrambi i richiedenti asilo hanno riportato ferite guaribili in un paio di giorni. I carabinieri dopo aver identificato i due hanno sequestrato il coltello ed espletato le formalità di rito.

Leggi anche:  Omicidio di Valle Mosso, condannato a 7 anni

Shama Ciocchetti