Viva Vittoria, il successo della manifestazione per la sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne.

Viva Vittoria le coperte in piazza Duomo

Un grande patchwork colorato, composto da circa 6.800 quadrotti di lana, lavorati a maglia o all’uncinetto, assemblati in 1.700 coperte variopinte: così sabato scorso si presentava Piazza Duomo, per la fase finale del progetto Viva Vittoria. L’iniziativa è nata tre anni fa a Brescia in piazza Vittoria (da cui prende il nome) e si è poi allargata ad altre città, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema della violenza di genere e di raccogliere fondi per le associazioni a difesa delle donne maltrattate.

Una ‘opera relazionale condivisa’ che nel Biellese è stata promossa dalla Pro Loco Biella Valle Oropa, in collaborazione con CNA e Confesercenti del Biellese, e ha visto una massiccia partecipazione: oltre un migliaio di persone impegnate a sferruzzare, spesso in gruppo, e più di cento tra associazioni, scuole, intere comunità, oltre alle aziende che hanno donato la materia prima e all’amministrazione cittadina che ha messo a disposizione gli spazi. E centinaia di lavori sono arrivati anche da lontano: da Piemonte e Lombardia, dal Friuli, dalla Sicilia e perfino dagli Stati Uniti.

Leggi anche:  Asili nido, pronta la graduatoria definitiva

Un mosaico spettacolare

Il risultato è stato il mosaico colorato che, sabato scorso, ha ricoperto la piazza: decine di volontari impegnati fin dal primo mattino a posare le coperte, fotografi alla caccia di riprese dall’alto, e poi alle 10 l’inaugurazione ufficiale, con sindaco e assessori, seguita da un’asta delle coperte più originali: 13 quelle vendute, per un ricavato di 390 Euro. Il pubblico ha poi continuato ad affluire numeroso, trasformando la piazza in un grande mercato in cui guardare, scegliere e – con un’offerta di 20 Euro – aggiudicarsi le coperte: circa metà delle 1700 coperte esposte sono state vendute nelle due giornate dell’evento e il ricavato andrà a sostenere le associazioni che aiutano le donne vittime di violenza: Non sei sola, Paviol e Underground Casa Rifugio.