Tutor spenti in autostrada. La sentenza della Corte d’Appello di Roma è diventata esecutiva.

Tutor spenti: i dettagli

La sentenza è diventata esecutiva: niente più tutor sulle nostre autostrade. La corte d’appello di Roma aveva infatti stabilito che Autostrade per l’Italia avrebbe dovuto rimuovere tutti i tutor presenti sulla rete italiana. Questo perché costituivano una violazione di brevetto. Il titolare del sistema infatti è la Craft, un’azienda di Greve in Chianti.

Lo stop è diventato  definitivo

Per fermare però chi ha il piede pesante sull’acceleratore torneranno pistole laser, autovelox e altri sistemi di rilevazione di velocità. Sulla A26, la Gravellona Toce – Genova Voltri, il Tutor si trovava al bivio fra la A26 Pedrosa-Bettola e la A10. Sulla Milano-Varese il Tutor era tra Legnano e Gallarate.