Petizione popolare per tenere aperta la chiesa di San Francesco. Più di trecento, in pochi giorni, le firme raccolte contro la decisione della Diocesi.

Petizione popolare per tenere aperta la chiesa

Quello che si sta creando attorno alla chiesa di San Francesco, la struttura nata vicino all’ex obitorio dell’ospedale di Biella, sta diventando un vero e proprio caso. La decisione presa dalla Diocesi di Biella, di chiudere l’edificio di culto, proprio non è piaciuta ai fedeli che, saputa la notizia, si sono immediatamente mobilitati. E in questi giorni, soprattutto le celebrazioni dell 17 il sabato e delle 20 la domenica, hanno visto una decisa impennata di fedeli. Tutti quanti stupiti ed esterefatti dalla notizia della chiusura.

Già più di trecento le firme raccolte

Tanto che è nata una petizione per cercare di far cambiare idea alla Diocesi. E in pochi giorni sono state ben trecento le persone che hanno, attraverso la propria firma, manifestato la loro contrarietà a questa decisione. Il documento, che è ancora sottoscrivibile per qualche giorno proprio alla chiesa di San Francesco, sarà poi portato all’attenzione della Diocesi. Ma non solo. Anche al Comune di Biella e all’Asl, proprietaria dello stabile. Insomma, una vera e proprio mobilitazione popolare per non arrivare, il 20 maggio, data stabilita, alla chiusura dell’ex chiesa dell’ospedale di Biella. Intanto per la giornata di martedì è atteso un comunicato da parte della Diocesi stessa, per spiegare quali saranno le prossime mosse in merito al futuro dell’edificio di culto. I fedeli sperano in un ripensamento. Solamente martedì, però, se ne saprà di più. Intanto la raccolta firme continua.