W la Scuola: l’iniziativa di Eco di Biella col  nostro Gruppo editoriale di riferimento Netweek prosegue a gonfie vele. La nostra iniziativa sociale, che regala materiali e servizi didattici alle scuole del territorio,  come ogni settimana, propone con l’edizione di Eco di Biella in edicola domattina il coupon per la raccolta punti delle scuole. Ma con l’edizione di giovedì c’è una sorpresa: arriverà un super coupon da 5 punti, un’occasione da non perdere per poter raggiungere il punteggio necessario per ricevere i premi desiderati.

W la Scuola: c’è il catalogo sul sito

La copertina del catalogo W la scuola

A proposito di premi, su www.wlascuola.com è stato pubblicato il catalogo con tutti i regali in palio quest’anno: 35 prodotti, di vario genere e per tutte le necessità, da prodotti di igiene come sapone e spazzolini, a materiali didattici e ludici di ogni tipo, dalla carta alle forbici, dai colori ai libri. Ma si possono trovare anche materiali per preparare bellissime e allegre feste.  Il catalogo premi è altresì in distribuzione a tutte le scuole del Biellese che hanno aderito (oltre un centinaio)  che partecipano all’iniziativa “W la Scuola”.  Molti dei premi presenti nel catalogo sono messi in palio grazie alla collaborazione con Scuolaufficio di Bergamo, il più grande megastore di cancelleria e cartoleria.

Leggi anche:  Primario ginecologia, è Stefano Uccella

Sul sito www.wlascuola.com tutte le informazioni

Sul sito www.wlascuola.com si trovano tutte le informazioni utili per partecipare al meglio all’iniziativa: regolamento completo, area riservata dalla quale effettuare l’ordine dei premi, elenco di tutti i settimanali locali coinvolti nell’operazione e l’indirizzo delle loro sedi per la consegna finale dei buoni. Inoltre, per questa edizione abbiamo deciso di fare del bene non solo alle nostre scuole: con grande piacere Fondazione ABIO ha deciso di essere nostro partner di eccezione. La Onlus, presente in tutta Italia, si prende cura dei bambini in ospedale. Questo significa accogliere il bambino, l’adolescente e la sua famiglia fin da quando entrano in ospedale; proporre un gioco, un puzzle, la lettura di un libro, o semplicemente ascoltare; creare un ambiente accogliente, colorato, adeguato alle esigenze dei bambini; promuovere i loro diritti. Così abbiamo deciso di contribuire a rendere migliori i momenti che i più piccoli devono trascorrere in ospedale, anche nelle strutture sanitarie del nostro territorio.