BIELLA – I prossimi dieci giorni saranno quelli fondamentali per la Provincia di Biella. Si deciderà infatti il futuro di un ente che solamente qualche anno fa era in dissesto e ora spera di poter tornare a investire in modo importante sul territorio. «Stiamo lavorando – spiega il presidente della Provincia, Emanuele Ramella Pralungo – per il riparto nazionale dei fondi. Per scaramanzia non dico ancora nulla, questa settimana, o la prossima saranno decisive». Una cosa, però, è certa. Se ci saranno le coperture la Provincia potrà tornare anche ad assumere. «Dipende tutto dal riparto del fondo – precisa Ramella Pralungo – ma la nuova finanziaria ci dà questa opportunità. Abbiamo dei settori che sono in carenza di organico. La nostra realtà, lo voglio ricordare, ha sempre avuto meno dipendenti rispetto ad altri enti similari. Ora siamo in sofferenza soprattutto su due ambiti: quello dell’ufficio tecnico, visto che dobbiamo anche predisporre internamente le progettazioni, e quello amministrativo, settore senza il quale non si riescono a fare i bilanci». 

La Provincia  tornerà già in primavera, comunque, ad investire. «Dopo lo scorso anno, che è stato dedicato alle scuole – spiega Ramella Pralungo – in questi mesi ci dedicheremo alle strade. E’ stata una scelta che ho voluto fare, per mandare i ragazzi in classi sicure, visto che diverse non lo erano, e pagare il riscaldamento degli istituti. Ora inizieremo a occuparci di viabilità. Abbiamo già in progetto di investire 2,4 milioni di euro, di cui 1,2 già coperti dal bilancio 2017, e speriamo di poterne spendere ancora. Tutto dipenderà dal riparto del fondo nazionale sul quale stiamo lavorando alacremente e sotto traccia da molte settimane». 
Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella in edicola

BIELLA – I prossimi dieci giorni saranno quelli fondamentali per la Provincia di Biella. Si deciderà infatti il futuro di un ente che solamente qualche anno fa era in dissesto e ora spera di poter tornare a investire in modo importante sul territorio. «Stiamo lavorando – spiega il presidente della Provincia, Emanuele Ramella Pralungo – per il riparto nazionale dei fondi. Per scaramanzia non dico ancora nulla, questa settimana, o la prossima saranno decisive». Una cosa, però, è certa. Se ci saranno le coperture la Provincia potrà tornare anche ad assumere. «Dipende tutto dal riparto del fondo – precisa Ramella Pralungo – ma la nuova finanziaria ci dà questa opportunità. Abbiamo dei settori che sono in carenza di organico. La nostra realtà, lo voglio ricordare, ha sempre avuto meno dipendenti rispetto ad altri enti similari. Ora siamo in sofferenza soprattutto su due ambiti: quello dell’ufficio tecnico, visto che dobbiamo anche predisporre internamente le progettazioni, e quello amministrativo, settore senza il quale non si riescono a fare i bilanci». 

Leggi anche:  Fondo Tempia, incontro con lo chef Marta Foglio

La Provincia  tornerà già in primavera, comunque, ad investire. «Dopo lo scorso anno, che è stato dedicato alle scuole – spiega Ramella Pralungo – in questi mesi ci dedicheremo alle strade. E’ stata una scelta che ho voluto fare, per mandare i ragazzi in classi sicure, visto che diverse non lo erano, e pagare il riscaldamento degli istituti. Ora inizieremo a occuparci di viabilità. Abbiamo già in progetto di investire 2,4 milioni di euro, di cui 1,2 già coperti dal bilancio 2017, e speriamo di poterne spendere ancora. Tutto dipenderà dal riparto del fondo nazionale sul quale stiamo lavorando alacremente e sotto traccia da molte settimane». 
Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella in edicola